junio 19, 2024

I problemi alla Boeing si stanno aggravando dopo che gli ispettori della sicurezza di Alaska Airlines e United Airlines hanno trovato bulloni allentati su alcuni aerei di linea 737 Max incagliati, attirando l’attenzione sul processo di controllo qualità per uno dei modelli di aerei più venduti al mondo.

I risultati sollevano dubbi sulla possibilità che le autorità di regolamentazione richiedano raccomandazioni di sicurezza più ampie per gli aerei Max 9 messi a terra. Inoltre intensificano la pressione su David Calhoun, amministratore delegato della Boeing

È stato chiamato a ripristinare la reputazione dell’azienda nel 2020 in seguito agli incidenti della Max in Asia e Africa, ma molte delle critiche principali sulla produzione e sull’affidabilità dei suoi fornitori sono rimaste.

Lunedì le azioni della Boeing sono crollate dell’8%. rendendolo il peggiore performance dell’S&P 500. Oggi erano in ribasso di quasi lo 0,9% nel trading pre-mercato.

Uno dei focus è se il pannello dell’aereo fosse fissato correttamente. Gli investigatori del National Transportation Safety Board hanno affermato lunedì che quattro cosiddetti bulloni di arresto verrebbero normalmente utilizzati per mantenere il pannello, o il tappo della porta, saldamente in posizione. Ma il connettore, recuperato nel cortile di un insegnante di scienze in Oregon, è stato trovato privo di tali bulloni. «Non sappiamo se fossero lì o se, ancora una volta, siano usciti durante il violento evento di decompressione esplosiva», ha detto Jennifer Homendy, presidente dell’NTSB.

L’aereo interessato è entrato in servizio a novembre, ma aveva già ricevuto tre avvisi sulla pressione in cabina, ha affermato l’NTSB.

Secondo The Lever, un ex dipendente della Spirit AeroSystems, un fornitore chiave della Boeing, ha affermato nei documenti del tribunale di aver avvertito di «un numero eccessivo di difetti» relativi al tappo della porta.

Si prevede che le interruzioni dei voli continueranno mentre le compagnie aeree ispezionano i Max 9. I controlli di sicurezza hanno già portato a centinaia di cancellazioni di voli dopo lo straziante incidente in volo della scorsa settimana su un Alaska Max 9.

Le flotte combinate di United e Alaska comprendono più di 140 di questi aerei. L’Alaska ha dichiarato lunedì di aver trovato «alcuni componenti allentati» su alcuni aerei a terra, mentre lo United ha rilevato «bulloni che necessitavano di ulteriore serraggio» attorno al tappo della porta su circa 10 aerei, secondo Reuters.

Crescono le turbolenze per Boeing. L’azienda ospiterà oggi un incontro collettivo in cui sottolineerà il proprio impegno per la sicurezza.

Ma i clienti stanno diventando ansiosi: «Hanno avuto problemi di controllo qualità ormai da molto tempo, e questa è solo un’altra manifestazione di ciò», ha detto a Bloomberg Tim Clark, amministratore delegato della compagnia aerea mediorientale Emirates e uno dei principali acquirenti di aerei.

La crisi potrebbe estendersi oltre il Max 9? Gli incidenti aerei mortali nel 2018 e nel 2019, che hanno coinvolto un diverso modello Max, hanno costretto la messa a terra globale di quegli aerei Max che è durata circa 20 mesi.

Ronald Epstein, analista della Bank of America, ha scritto agli investitori questo fine settimana che un maggiore controllo normativo potrebbe rallentare il processo di certificazione sui nuovi Max 7 e Max 10. Ha aggiunto che “questo potrebbe avere un impatto temporaneo sulle consegne del 737 Max-9, a seconda di ciò che concludono la FAA e l’NTSB, nonché le autorità di regolamentazione straniere”.

Leer más  El cohete Vulcan se prepara para el primer lanzamiento de la misión Moon Lander

Le autorità di regolamentazione europee esaminano i legami di Microsoft con OpenAI. Seguendo le orme dell’Autorità britannica per la concorrenza e i mercati, la Commissione europea sta esaminando se l’investimento di successo del gigante tecnologico lo scorso anno nel produttore ChatGPT rientra nelle sue linee guida sulla fusione. Le autorità di regolamentazione temono che il sostegno finanziario di Microsoft conferisca un’enorme influenza su OpenAI, mettendo potenzialmente in pericolo la concorrenza.

Una missione lunare gestita privatamente fallisce. Nonostante il successo del lancio del razzo, gli errori nel sistema di propulsione del lander robotico hanno probabilmente rovinato la missione. La notizia solleva interrogativi sugli sforzi della NASA di fare affidamento in gran parte su start-up commerciali per portare esperimenti scientifici sulla Luna. L’agenzia prevede di riportare lì gli astronauti per la prima volta dal 1972.

Apple fissa una data di uscita per il suo visore per realtà virtuale. Il produttore di iPhone inizierà a vendere il suo Vision Pro da 3.499 dollari il 2 febbraio, con preordini a partire dalla prossima settimana. Apple ha identificato il dispositivo come una parte importante del suo futuro, anche se i visori VR e realtà aumentata esistenti non hanno guadagnato popolarità.

L’anno scorso è stato un anno volatile per i mercati e terribile per M.&A. Ma per gli investitori attivisti, secondo un nuovo rapporto della banca d’investimento Lazard, il 2023 è stato l’anno più impegnativo mai registrato con 252 campagne in tutto il mondo.

È un segno che gli azionisti – sia dissidenti professionisti che investitori normalmente tranquilli – erano disposti a scuotere le aziende per rafforzare la loro performance finanziaria nonostante l’incertezza economica e di mercato.

Tra le scoperte più importanti di Lazard:

  • Circa 183 investitori hanno intrapreso campagne di attivismo, in aumento del 21% rispetto al 2022, e un record di 77 investitori hanno annunciato le loro prime campagne.

  • Gli attivisti hanno ottenuto 122 seggi nel consiglio, in crescita del 13%, ma in linea con i livelli precedenti.

  • Sessantasette campagne di attivisti nel Nord America erano legate alle fusioni e acquisizioni, comprese le richieste ad una società di vendersi o di sciogliersi, sfidando il crollo degli accordi.

  • Gli investitori attivisti più attivi sono stati Elliott Management (15 campagne), Starboard Value (8), Oasis Management focalizzato sull’Asia (7), ValueAct Capital (7) e Ancora Advisors (6).

Tra le aziende prese di mira dagli attivisti c’erano giganti aziendali come 3M, Disney, Salesforce e Starbucks. Detto questo, gli obiettivi più comuni sono stati le aziende con capitalizzazioni di mercato comprese tra 5 e 20 miliardi di dollari.

Questo livello di attività riflette la fiducia degli investitori, secondo Rich Thomas, amministratore delegato di Lazard. “Le campagne degli attivisti sono spesso versioni amplificate del mercato più ampio”, ha detto a DealBook. Tali investitori “dichiarano di essere positivi riguardo al futuro”, in particolare nella convinzione che l’economia e le trattative si riprenderanno.

Leer más  Perché una Warner Bros.-Paramount ha (e non ha) senso

Una tendenza degna di nota: l’attivismo legato al clima è in calo, in seguito tali campagne sono aumentate con l’ascesa del cosiddetto movimento ESG, che dà priorità ai fattori ambientali, sociali e di governance. (Un esempio lampante è la perdita di Exxon Mobil a favore di Engine No. 1, un allora nascente hedge fund attivista.) Mentre sia le aziende che gli investitori riducono il loro sostegno pubblico alle cause ESG, in parte a causa delle resistenze dei politici repubblicani, gli investitori attivisti sono diventati più cauti nel spingere su questo particolare tema.

“Le conversazioni sul clima sono diminuite notevolmente nell’ultimo anno”, ha detto a DealBook Kathryn Night, amministratore delegato di Lazard.

La decisione di Tiger Woods di porre fine al suo rapporto decennale con Nike ha fatto scalpore in tutto il mondo dello sport. Per 27 anni, pochi atleti sono stati così indissolubilmente legati a un marchio come lo era la leggenda del golf con lo Swoosh, o guadagnavano tanto quanto lui.

L’uscita della star sottolinea quanto sia cambiato il business delle sponsorizzazioni degli atleti durante la sua carriera.

La relazione è stata determinante per l’epoca ed estremamente redditizia. Woods ha firmato con la Nike nel 1996, l’anno in cui è diventato professionista all’età di 20 anni, con un contratto quinquennale da 40 milioni di dollari. In cambio, Nike è diventata IL marchio di abbigliamento da golf quando Woods iniziò a dominare il suo sport, di solito indossando la sua ormai iconica polo Nike rossa.

Ha esteso il rapporto più volte nel corso degli anni, firmando contratti per un valore stimato di 660 milioni di dollari.

I due sono rimasti insieme nonostante le sfide. Quando Woods perse una serie di sponsorizzazioni dopo che vennero alla luce le notizie delle sue relazioni extraconiugali, Nike gli fu accanto. E dopo che Nike ha smesso di vendere attrezzatura da golf nel 2016, Woods ha continuato a indossare l’abbigliamento del marchio.

Gli atleti oggi vogliono più del denaro contante. Chiedono sempre più equità nelle società che sostengono. Consideriamo la stella del tennis Roger Federer, un altro alunno della Nike, che passa alla società di scarpe svizzera On, in parte per una quota del 3%. Anche i giocatori della NFL Patrick Mahomes e Christian McCaffrey possiedono partecipazioni azionarie: Mahomes nella società di prodotti di recupero Hyperice e McCaffrey nel produttore di bevande sportive Bodyarmor.

Non è chiaro dove andrà Woods – On ha detto che non lo firmerà, anche se dovrebbe annunciare un nuovo sponsor quando apparirà al torneo Genesis Invitational a Los Angeles il 15 febbraio.

Nike ha ancora golfisti di alto profilo nel suo roster, tra cui Rory McIlroy, Scottie Scheffler e Nelly Korda.


Martedì il rally del Bitcoin si è fermato a circa 46.500 dollari in vista di una potenziale decisione da parte della SEC di questa settimana che potrebbe aprire la strada al primo fondo quotato in borsa, o ETF, della valuta digitale.

Leer más  La inflación del Reino Unido está aumentando, deteniendo su caída de 10 meses

Circa una dozzina di aziende, tra cui il gestore patrimoniale di criptovalute Grayscale Investments e giganti dei fondi come BlackRock e Fidelity, hanno fatto domanda all’agenzia negli ultimi mesi per iniziare a offrire ai clienti un cosiddetto ETF spot su Bitcoin Bitcoin è cresciuto di oltre il 170% nell’ultimo anno nella speranza che l’agenzia dia il via libera agli ETF, portando il trading di criptovalute sempre più nel mainstream.

Il criptoverso è fiducioso, nonostante un decennio di smentite. L’anno scorso, un tribunale federale ha ordinato alla SEC di rivedere il suo rifiuto della richiesta di fondi Bitcoin da parte di Grayscale, definendo la decisione «arbitraria e capricciosa». Da allora, i colloqui tra le aziende e la SEC sono ripresi per affrontare le preoccupazioni normative, comprese le frodi e la manipolazione del mercato.

«Il team di Grayscale continua a lavorare in collaborazione con la SEC per aprire la strada all’immissione sul mercato degli ETF spot su Bitcoin», ha detto a DealBook un portavoce dell’azienda. La SEC ha rifiutato di commentare.

La SEC potrebbe ancora dire di no – nonostante la sentenza del tribunale e le aspettative del mercato. L’agenzia potrebbe negare le richieste in modo definitivo o potrebbe concedere approvazioni con vincoli, come insistere su una maggiore protezione per gli investitori, ha detto a DealBook Brett Redfearn, ex direttore della divisione trading e mercati della SEC. “Potrebbe non essere una vittoria inequivocabile”, ha detto.

I critici sollecitano la SEC a dire no. «L’approvazione di un ETF spot sul Bitcoin sarebbe un errore normativo di proporzioni storiche», ha scritto Dennis Kelleher, co-fondatore e CEO dell’organizzazione no-profit Better Markets per la riforma finanziaria, in una recente lettera all’agenzia. Ha sostenuto che il cambiamento del corso degli ETF Bitcoin genererebbe «conseguenze negative» per gli investitori e altri che «non possono essere sopravvalutate».

Offerte

  • Secondo quanto riferito, Hewlett Packard Enterprise è vicina a un accordo per acquistare Juniper Networks, una società di infrastrutture di comunicazione, per circa 13 miliardi di dollari. (WSJ)

  • George Casey, un senior deal maker presso lo studio legale Shearman & Sterling, sta passando a Linklaters mentre il suo ex datore di lavoro si prepara a fondersi con Allen & Overy. (Reuters)

Politica

  • I legislatori statunitensi stanno spingendo il Dipartimento del Commercio a valutare le restrizioni su G42, una società tecnologica controllata dalla famiglia regnante negli Emirati Arabi Uniti, a causa dei legami della società con la Cina. (NYT)

  • David McCormick, il finanziere repubblicano che sta cercando di spodestare il senatore Bob Casey, democratico della Pennsylvania, ha raccolto 5,4 milioni di dollari per la sua campagna lo scorso trimestre. (Axios)

Meglio del resto

  • Lo scorso anno i disastri naturali hanno causato danni per oltre 250 miliardi di dollari, i più gravi mai registrati, di cui meno della metà coperti da assicurazione. (Bloomberg)

  • Una nuova ricerca suggerisce che le politiche di ritorno in carica non hanno rafforzato la redditività delle aziende o la performance delle azioni. (Business Insider)

Ci piacerebbe il tuo feedback! Si prega di inviare pensieri e suggerimenti via e-mail a dealbook@nytimes.com.